Il paddle è uno sport coinvolgente che coinvolge tutte le età grazie alla sua facilità d’esecuzione e richiede solo due cose: scarope e un’ottima racchetta.
il momento più importante per lo sportivo è quello della scelta dell’attrezzatura, cosi come la scelta della racchetta da panel è un momento molto delicato alquanto importante per potersi divertire e gareggiare nel confort più totale in base alle esigenze di ognuno.

In campo la scelta della racchetta che abbiamo in mano può fare molto la differenza.

COSA DEVO GUARDARE PER SCEGLIERE UN OTTIMO PRODOTTO?

Innanzitutto bisogn sapere che le racchette da paddle si presentano sotto forma di tantissime tipologie, ognuna adatta livelli differenti, per le esigenze di ogni giocatore.
In campo ogni giocatore in base al suo livello present aun gioco diverso, quindi dovrà scegliere un tipo di racchetta adatto alle sue esigenze, prevalendo la precisione e la potenza.
Può sembrare banale ma la forma della racchetta può influire molto sul risultato del gioco in campo. La differenza di forma fa incidere nella localizzazione del punto d’impatto e dalla forma dipende il bilanciamento della racchetta. le racchette in diamante sono adatte agli esperti dei giochi.

La qualità del materiale è un elemento molto importante perchè la durata della fibra in carbonio non è la stessa della fibra di vetro, in quanto una è più duratura dell’altra.
Per i principianti sono consigliate le racchette con un bilanciamento nel manico dalla forma rotonda per permettere un migliore maneggiamento. Questo tipo di racchetta presenta un bilanciamento basso distribuendo il peso vicino al polso, dando la possibiltà di maneggiare la racchetta con facilità senza consumare energia.la forma tonda permette di avere maggiore controllo riducendo la leva disponibile e di consegueza anche la velocità dei colpi.

E’ ideale per i principianti grazie alla sua facile manovra e la possibilità di muoversi con facilità poer poter imparare a giocare perfettamente.
Per chi invece è già ad un livello intermedio è consigliabile un tipo di racchetta neutro realizzato in fibra in modo da ottenere un’ottima sensibilità all’impatto, e in questo caso sono consigliate le racchette a forma di goccia, con un punto di bilanciamento intermedio.

Per i più agguerriti invece sono consigliate le racchette a forma di diamante, come quelle Babolat, in modo da offrire potenza grazie al bilanciamento nella testa che aumenta la difficoltà nel controllo ma offre più potenza all’impatto.Sono considerate le racchette più potenti ma con minor controllo e con una maneggevolezza ridotta.
Una racchetta è fatta di tre componenti: un telaio che le dona forza, la superificie d’impatto che permette alla palla di rimbalzare e l’impugnatura che consente la presa.

Altra caratteristica da valutare è il peso, che è differente in modo da permettere sia a donne che a uomini di trovare la racchetta piu comoda per loro. Una racchetta troppo persante per il proprio fisico può causare infortuni alle articolazioni del braccio. Una racchetta troppo pesante sarà d’intralcio al giocatore aumentando il tempo per colpire però la racchetta pesante ha una garanzia maggiore di durare di più nel tempo
In sostanza, tutte le racchette si differenziano per materiali, manico, taglia e peso ma ciò che fa la differenza è la forma.

Molti sottovalutano alcuni elementi quando scelgono l’attrezzatura per lo sport. Nella scelta di una racchetta per paddle è molto importante non sottovalutare lo spessore perchè con quelle più spesse è più facile colpire la palla più forte per chi vuole buttarsi in campo e iniziare una battaglia agguerrita.
Un aspetto che gli esperti verificheranno subito sarà la composizione interna che può essere in EVA o in EVA morbida. La prima tipologia presenta un materiale più poroso che permette alla palla di restare molto sulla racchetta, rallentando il gioco ma migliorando il controllo.

La racchetta col cuore in EVA morbida garantisce un ottimo controllo.
L’impugnatura del manico è importante se si vuole una presa ottimale.
Elemento essenziale è sapere quando dover camminare la propria racchetta perchè il piatto perde elasticità in base alla forza con cui viene colpita la palla.

Write a Comment