Fino a non molti anni fa, i monopattini elettrici erano visti come un mezzo di divertimento per bambini, così come i loro predecessori non motorizzati. Negli ultimi tempi, invece, questo veicolo a due ruote si è prepotentemente imposto come mezzo di trasporto rapido per percorrere tragitti brevi, invertendo il trend. Essi sono piacevoli da utilizzare, comodi nel traffico ed ecologici. Sono la perfetta alternativa ad auto e mezzi pubblici, eliminando le emissioni di gas e sostanze tossiche e dando la possibilità di muoversi nel traffico senza rimanere bloccati.

Come funziona un monopattino elettrico

Questo veicolo a due (o tre) ruote funziona grazie all’azionamento da parte di un motore elettrico, alimentato da una batteria ricaricabile. Essa necessita di un caricabatterie, normalmente collegabile ad una presa di corrente a muro, presente in ogni casa o edificio pubblico. La velocità di queste vetture è molto dipendente da alcuni fattori, come il peso del guidatore, la potenza del motore, i materiali delle ruote, inclinazione della strada o uniformità del terreno su cui si guida. Generalmente, la velocità massima raggiunta è di 30km/h in discesa, e l’autonomia della batteria ti permette di viaggiare, tenendo in considerazione i fattori sopraelencati, per massimo 35km. Sono disponibili, inoltre, monopattini elettrici con posto a sedere. I comandi dell’acceleratore e freno sono locati sopra il manubrio.

Come scegliere il monopattino elettrico perfetto

Prima di procedere all’acquisto del monopattino elettrico migliore, è bene assicurarsi di quali siano le proprie necessità. Non esiste, infatti, un modello perfetto in assoluto, ma è possibile trovare quello più adatto a te. Ognuno di noi ha i propri gusti, c’è chi preferisce un monopattino elettrico con sedile o chi vuole stare in piedi, c’è chi prioritizza una maggiore portabilità e chi è in cerca di prestazioni elevatissime.

Per questi motivi è impossibile realizzare un veicolo che sia adatto ad ogni esigenza ed ogni persona, poiché tutti noi siamo in cerca di esperienze e necessità diverse. Se sei in cerca di un veicolo trasportabile all’interno di autobus o che puoi comodamente posare all’interno di cassetti o armadi, è bene che la scelta ricada su un modello pieghevole più leggero e piccolo. Se vuoi guidare su strade più impegnative o necessiti di una potenza maggiore, mira per un motore più performante, sospensioni migliori e pneumatici più resistenti e grandi. Successivamente, bisogna valutare quanta strada si necessita percorrere e di conseguenza che autonomia di desidera per il proprio monopattino. Tuttavia, il peso ed anche la temperatura esterna possono modificare sensibilmente questo fattore, per questo motivo è necessario tenere conto della stima ottimistica indicata dal produttore. Per quanto riguarda la velocità, alcuni monopattini sono abbastanza veloci per ottenere un’omologazione stradale, ed alcuni necessitano patente ed assicurazione. La maggior parte del tempo comunque la guida avverrà al di sopra di un marciapiede ed una pista ciclabile, quindi a velocità ridotte.

Fattore di primaria importanza nella scelta del nostro veicolo è il tipo di terreno e clima nel quale esso verrà guidato. Scegliere dei pneumatici più piccoli se si percorre una strada uniforme e si necessita di andare in salita. Per percorsi più impervi e bucherellati, virare su dei pneumatici più grandi che possano elevarti maggiormente dal suolo. Nel primo caso è possibile scegliere un motore con potenza fino a 300w, mentre per fuoristrada è necessario arrivare fino ai 500w di potenza. Il clima, se mite e stabile, non sarà un problema, mentre è sconsigliato guidare sotto piogge, anche se leggere. L’acqua, infatti, potrebbe penetrare all’interno del motore, pregiudicandone il corretto funzionamento e portando alla rottura del monopattino. Per quanto riguarda il sistema di ricarica, i veicoli sono equipaggiati con delle batterie ricaricabili a ioni di litio. Esse possono arrivare a durare fino a più di due anni se tenute con cura e con costante manutenzione.

Il costo

E’ importante non illudersi di poter acquistare un ottimo monopattino sotto i 100€. Costi così economici, infatti, spesso, sono sinonimo di bassa qualità e fragilità, portando poi a sprechi di risorse monetarie. Non esiste un prezzo giusto o sbagliato per un monopattino elettrico ma, generalmente, mira per dei modelli che partano dai 200 fino ad 800 euro. La maggior parte di essi si aggirerà tuttavia intorno ai 400€. Risparmiare inizialmente sull’acquisto di questo veicolo porterà ad uno spreco successivo, in quanto meno duraturo ed affidabile. Investire più risorse per un prodotto a lungo termine è sicuramente la scelta consigliata, tenendo anche in mente eventuali risparmi su benzina e ticket di mezzi pubblici.

Write a Comment